• i più letti

  • archivio

  • RSS notizie

    • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.
  • fin dove arriva la nostra voce

  • temi

Svezia, l’Alleanza di governo si prepara alle elezioni

 

Il Centrodestra ha rappresentato  fino ad ora un esperimento rispetto alla storia recente del paese nordico

Il 19 settembre si voterà in Svezia: quattro anni fa, nel 2006 l’attuale coalizione di Centrodestra, Alleanza per la Svezia (Alliansen för Sverige), ottenne 178 seggi contro i 171 degli altri partiti, interrompendo un lungo periodo di governi socialdemocratici.

Le scelte della maggioranza sono state abbastanza gradite dai cittadini, stando a diversi sondaggi, che contestualmente prevedono però un margine molto sottile a dividere i due blocchi, appunto la coalizione di Centrodestra Alleanza per la Svezia da una parte e dall’altra l’alleanza formata da Socialdemocratici (Sveriges Socialdemokratiska Arbetareparti oppure Socialdemokraterna) e dai suoi alleati che sono il Left Party, (Vänsterpartiet) ed i verdi (Miljöpartiet de Gröna).

L’esecutivo guidato da Fredrik Reinfeldt, comprende quattro partiti: i Moderati (Moderata Samlingspartiet o Moderaterna), cui appartiene Reinfeldt, il Centro (Centerpartiet, rappresentato dalla vice primo ministro Maud Oloffson, che è anche Ministro alla Impresa), i Liberali, Folkpartiet Liberalerna, il cui attuale leader è il Ministro dell’Educazione Jan Björklund, i Cristiano Democratici  (Kritsdemokraterna) del Ministro degli Affari Sociali Göran Hägglund.

Il 26 agosto i partiti al governo hanno reso pubblico un manifesto elettorale intitolato “Una Svezia che sta assieme” (Ett Sverige som haller samman) che si concentra soprattutto sulle riforme riguardanti il lavoro.

Tra i punti più importanti, nel documento proposto all’attenzione dei cittadini, ci sono l’estensione del diritto a lavorare (dal limite di 67 anni a quello di 69) tagli di tasse per i pensionati, riduzione della quota di Nordea, SBAB e TeliaSonera da parte dello stato (ma mantenimento delle quote in Vattenfall), misure a favore dell’occupazione giovanile, delle imprese di ristorazione e delle automobili “ecologiche” e deduzioni fiscali per lavori di ammodernamento delle abitazioni, miglioramento dell’integrazione dei nuovi cittadini attraverso corsi di lingua e sostegno all’impresa.

Aldo Ciummo

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: