• i più letti

  • archivio

  • RSS notizie

    • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.
  • fin dove arriva la nostra voce

  • temi

SPORT|Spalletti sibillino: io e la Roma non abbiamo certezze

CALCIO All’Olimpico c’è la Reggina: debutta Menez, Totti in panchina. In campo a Catania anche la capolista Atalanta

«Se il prossimo anno sarò ancora io a guidare la Roma? Questo non ve lo posso assicurare. È una decisione che va oltre le volontà di un tecnico. Io però vi garantisco che non ho alcuna intenzione di dimettermi, a Roma sto benissimo, sto anche comprando casa». sibilino ma sorprendente, il commento di Luciano Spalletti a chi gli chiede del suo futuro.

Ed è uno Spalletti a tutto campo quello che ieri, dal ritiro di Trigoria, ha cercato di fotografare l’attuale momento dei suoi. Alla vigilia della delicata sfida di stasera in casa contro la Reggina: «Ma io non vi garantisco nessun obiettivo», ha precisato l’allenatore della Roma.

Di buono tuttavia c’è il fatto che, per la prima volta, il tecnico è uscito allo scoperto riconoscendo che qualche problema effettivamente esiste, al di là degli infortuni. Per esempio su come intende ricompattare uno spogliatoio che non sembra più quello unito di qualche mese fa. «Fatica e professionalità», la miscela che farà tornare la Roma esplosiva, e basta parlare di crisi.

«Qualsiasi sia il risultato con la Reggina – ha proseguito Spalletti -, noi da questa situazione sappiamo come venirne fuori». Un accenno anche al ripristino del ritiro: «Niente punizione. Avevamo deciso di sospenderlo di comune accordo con i ragazzi, ma in un momento così, in cui la macchina non è a pieno regime, tornare a stare più assieme non può che farci bene». Il recupero di Francesco Totti è un altro di quegli interrogativi che perseguitano gli addetti ai lavori. «Francesco mi ha molto sorpreso perché non mi aspettavo di rivederlo in campo così presto. Ma deve ancora recuperare perché se si allena gli fa male il ginocchio, mentre se si ferma non è più pronto per la partita».

Il francese Jérémy Menez è candidato al debutto dall’inizio sulla sinistra, con Vucinic punta e Taddei sulla destra. Gli ultimi dubbi verranno sciolti solo stamattina, ma con ogni probabilità Totti, Perrotta e Mexes partiranno dalla panchina.

Simone Di Stefano – Pubblicato su L’Unità del 20-09-2008

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: