• i più letti

  • archivio

  • RSS notizie

    • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.
  • fin dove arriva la nostra voce

  • temi

SPORT|La nuova Champions. Inter e Roma ridono, male Juve e Fiorentina

Mourinho evita le insidie, Spalletti soddisfatto. Real e Zenith per la Juve. Viola, girone di ferro

SORRIDE L’INTER, ghigna la Roma, piangono Juventus e Fiorentina. Dalle urne del Grimaldi Forum di Montecarlo, i sorteggi per il primo turno di Champions League mettono in luce quattro stati d’animo diversi per le italiane. Prima di incoronare Cristiano Ronaldo miglior giocatore della passata edizione.

La rincorsa verso la finale di Roma del 27 maggio 2009, non poteva iniziare meglio per i campioni d’Italia dell’Inter perché l’augurio che si erano fatti i dirigenti nerazzurri era quello di evitare Bayern Monaco e Villareal, le più temute della seconda fascia, assieme a Roma e Juventus che non potevano però essere incontrate. Girone abbordabile per i nerazzurri che trovano i tedeschi del Werder Brema, i greci del Panathinaikos e i ciprioti dell’Anorthosis Famagosta.

Puntare al primo posto è il minimo, ecco perché Mourinho, a fine sorteggio, pensa più a se stesso che non agli altri: «Il nostro primo obiettivo è quello di passare il turno, il secondo è quello di provare a farlo come primi». Sorride anche la Roma, inserita in un girone «bello e interessante», secondo Spalletti, dove i suoi si giocheranno le chance di primato con gli inglesi del Chelsea, con alle loro spalle i francesi del Bordeaux e i modesti romeni del Cluj.

La Juventus, inserita anch’essa in seconda fascia, precipita in un raggruppamento insidioso, con il Real Madrid e i russi dello Zenit San Pietroburgo, vincitori dell’ultima Coppa Uefa e tra le più temute squadre della terza fascia. Il quarto nome è quello dei bielorussi del Bate Borisov. Cinico il commento di Ranieri: «Girone complicato. Sarà difficile, ma anche per gli altri». Di ferro il girone della Fiorentina, anche se in questo caso entra in gioco del romanticismo.

Toni tornerà tra qualche settimana a Firenze, ma da avversario, con il suo Bayern Monaco. Il timore che avevano i viola di incappare in un gruppo composto da squadre di alto livello si è concretizzato, anche se poteva andare peggio. Oltre ai tedeschi i ragazzi di Prandelli inontreranno i francesi del Lione e i romeni della Steaua Bucarest. Lo stesso Prandelli non vede l’ora di iniziare perché «è bello per Firenze e per la Fiorentina disputare partite così».

E poteva andare peggio se al posto della Steaua fosse stato estratto lo Zenit. Negli altri gruppi il Barcelona affornta Sporting Lisbona, Basilea e Shakhtar Donetsk, Nel più equilibrato girone D si sfideranno Liverpool, Psv, Marsiglia e Atletico Madrid. I campioni d’Europa in carica del Manchester United incontreranno Villareal, Celtic e Aalborg; infine nel girone C, l’Arsenal se la vedrà con Porto, Fenerbahce e Dynamo Kiev. Il 16 e 17 settembre le prime sfide.

Simone Di Stefano – Pubblicato su L’Unità del 29-08-2008

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: