• i più letti

  • archivio

  • RSS notizie

    • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.
  • fin dove arriva la nostra voce

  • temi

SPORT|Tête-à-tête Abramovich-Berlusconi, Sheva si riavvicina al Milan

CALCIOMERCATO Vero obiettivo del magnate russo è portare Kakà al Chelsea. La Roma insiste per Malouda

Dopo la tempesta la rischiarita, e così il passaggio di Andriy Shevchenko dal Chelsea al Milan è ancora possibile, nel senso che ieri è stato avvistato a Porto Cervo l’Eclipse, lo yacht del presidente dei blues Roman Abramovich. Il magnate russo dovrebbe aver incontrato Silvio Berlusconi, a villa la Certosa, dove il numero uno rossonero si trova a trascorrere le vacanze. I due avrebbero parlato dell’ucraino e del nodo legato al suo stipendio. A sbloccare l’impasse allora sarebbero i 15 milioni che i rossoneri potrebbero mettere sul tavolo della trattativa per riscattare la punta tra un anno.

Sarebbero ancora pochi per i blues, ma dietro a questo nuovo incontro potrebbe nascondersi il vero fine di Abramovich, ovvero arrivare al sogno proibito di portare Kakà a Londra. Dalla capitale inglese si è mosso anche il dg del Chelsea, Peter Kenyon, destinazione Madrid.

L’obiettivo del dirigente inglese, portare Robinho nella capitale britannica. E per far questo avrebbe depositato, sulla scrivania del presidente del Real Madrid, Ramón Calderón, un assegno di 36 milioni di euro. Ancora pochi, ma le parti si sono notevolmente avvicinate e ora lo scarto tra la domanda e l’offerta è sceso a soli 4 milioni. Tanto più che il brasiliano fa sapere un giorno si e l’altro anche, che l’Inghilterra è l’unica cosa che vuole.

La Roma è alla finestra e attende un segnale da Londra per andarsi a prendere Florent Malouda. Infatti, qualora Robinho vestisse la maglia dei blues, il francese chiederebbe di andare via e la prima scelta resta la squadra di Spalletti. Resta tuttavia un affare difficile da realizzarsi. Più facile arrivare a Jérémy Menez, del Monaco. Ieri il suo agente, Jean-Pierre Bernès, ha dichiarato che ci sono stati dei contatti e che il giocatore avrebbe voglia di giocare nela capitale. Un ruolo chiave nel convincere il francese hanno avuto le parole dell’ex giallorosso Cufré, suo compagno di squadra al Monaco. La dirigenza romanista si riserva comunque di attendere la gara di domenica contro l’Inter, dopodiché potrebbero esserci sviluppi anche su David Suazo, che l’Inter attende di vendere per arrivare all’esterno del Porto, Quaresma.

Il nome di Suazo piace anche ai tifosi lusitani e i nerazzurri potrebbero inserire l’honduregno nella trattativa ed accontentae finalmente Mourinho, che così avrà un altro esterno puro, oltre a Mancini e Figo, per il suo 4-3-3. Il ds della Juventus, Alessio Secco, ha confermato ieri, a Radio Kiss Kiss, che il mercato bianconero è virtualmente chiuso, a meno che: «non si riesca a risolvere la situazione di Tiago». Il portoghese ha rifiutato il trasferimento all’Everton ma se dovesse partire entro la fine del mercato, Ranieri potrebbe ottenere uno tra Ledesma e Appiah. Prosegue la marcia di avvicinamento del Torino all’attaccante del Manchester City, Rolando Bianchi, che già lunedì potrebbe diventare granata. Presentato ieri l’attaccante Marco Di Vaio, passato in prestito dal Genoa al Bologna, con riscatto in favore dei felsinei.

 Simone Di Stefano – Pubblicato su L’Unità del 23-08-2008

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: