• i più letti

  • archivio

  • RSS notizie

    • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.
  • fin dove arriva la nostra voce

  • temi

  • Annunci

SPORT|Fumata nera per Sheva, la Roma su Menez

CALCIOMERCATO Il Chelsea non vuole pagare l’ingaggio del giocatore: salta il prestito al Milan. Al Chievo arriva l’uruguaiano Granoche

Chi sognava un suo romantico ritorno al Milan, dovrà mettersi l’anima in pace, perché Andriy Shevchenko resterà al Chelsea, che del prestito gratuito con diritto di riscatto, già prefissato dalle due società, non vuole pagare l’ingaggio del giocatore, pari a otto milioni di euro, come quello di Kakà. Il no dei londinesi arriva quando l’affare sembrava ormai essere soltanto una formalità.

Peter Kenyon, dg dei blues, avrebbe comunicato ad Adriano Galliani che l’ucraino potrà tornare in rossonero, ma soltanto a titolo definitivo e il suo cartellino si aggira ancora attorno ai venti milioni. Troppi per concludere l’affare. Uno stallo che potrebbe sbloccarsi, tuttavia, se le due società raggiungessero un’intesa sulla spartizione del compenso al giocatore.

Il giocatore, che ha appreso la notizia solo in serata a Montecarlo con le valige già pronte, potrebbe, a sorpresa, scegliere di ridursi parte dell’ingaggio pur di tornare a Milano. L’impressione è che la querelle non si esaurisca qui. Per il Milan la priorità resta il difensore, con Kovac sempre in pole, ma dietro di lui aumentano le quotazioni di Marquez del Barcellona.

La Roma è sempre alla ricerca del secondo colpo (dopo l’arrivo di Baptista nella capitale), il suo identikit porta al nome di Jérémy Menez, numero dieci e colpi da giocoliere, in forza al Monaco. E la Roma fa sul serio, visto che avrebbe già contattato la società e il giocatore ha dato la sua disponibilità a trasferirsi nella capitale: «So dell’interesse romanista – ha rivelato Menez in un’intervista al sito francese Football365 – vediamo come si evolve la situazione. La Roma è un grande club e fa piacere che siano interessati a me. Non so se il club voglia cedermi, ma se la dirigenza considerasse la mia cessione un affare, potrei andare via». E il manager del giocatore, Alain Migliaccio, ieri ha confermato che i giallorossi starebbero stringendo i tempi per il suo acquisto. Per portarlo a Roma, Pradè dovrà staccare un assegno di dodici milioni di euro. Ma il francese potrebbe non essere l’ultimo colpo dei giallorossi, perché i capitolini seguono sempre molto attentamente Guberti dell’Ascoli.

Il bianconero piace molto anche alla Fiorentina, sempre alla ricerca di un difensore, che difficilmente sarà però uno tra Alex Silva, che non ha convino Prandelli, e Burdisso, che l’Inter non vuole mollare. Intanto tra l’Inter e Quaresma il terzo incomodo si chiama Liverpool. Gli inglesi si sono fatti sotto con un’offerta di circa 26 milioni di euro al Porto, lontana comunque dalle richieste dei lusitani. Le prossime ore saranno decisive. Dopo aver piazzato il doppio colpo Langella-Pinzi, il Chievo ci ha preso gusto e ieri ha definito anche l’acquisto dell’attaccante uruguaiano Granoche, 24 gol in 38 gare in serie B lo scorso anno, in comproprietà dalla Triestina. Il Bologna è sempre alla ricerca di un attaccante che potrebbe essere Di Vaio del Genoa. La squadra di Gasperini potrebbe ance sperare in un clamoroso ritorno di Borriello dal Milan.

Simone Di Stefano – Pubblicato su L’Unità del 22-08-2008

 

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: