• i più letti

  • archivio

  • RSS notizie

    • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.
  • fin dove arriva la nostra voce

  • temi

Sport|Una «bestia» per la Roma, arriva Baptista

CALCIOMERCATO Raggiunto a Madrid l’accordo. Adrian Mutu condannato a risarcire al Chelsea 17 milioni di euro

L’ufficialità è arrivata solo nella serata di ieri ma Julio César Clement Baptista (27), meglio noto come la bestia, poteva dirsi giocatore della Roma già d mercoledì scorso, quando il ds giallorosso, Daniele Pradè era volato a Madrid in compagnia di Bruno Conti e della rappresentante legale dei Sensi, Cristina Mazzoleni. Ad attenderli nella capitale spagnola, per cena, c’erano gli agenti del giocatore brasiliano, Herminio Menendez e Juan Finger. Limata la differenza di 500mila euro che inizialmente aveva fatto frenare il suo trasferimento in giallorosso, Baptista avrà quello che chiedeva, un quadriennale da 2,5 milioni di euro, che diventeranno 3 con i bonus.

Il blitz romanista è servito a sbloccare le reticenze dell’entourage del nazionale Seleção, visto che l’accordo con il Real Madrid era stato già fissato sulla base di 9 milioni di euro, più eventuali 2 di bonus. Presente alla riunione anche Ernesto Bronzetti, che nell’affare ha rivestito il ruolo di mediatore, come spesso accade quando si tratta con i club spagnoli. È stato lo stesso Bronzetti ad anticipare l’affare, seguito dal comunicato che la società giallorossa ha divulgato sul suo sito. Il suo arrivo a Trigoria dovrebbe concretizzarsi già domenica prossima. Nella riunione di ieri Pradè ha avuto modo di parlare, con i dirigenti madridisti, anche di Royston Drenthe (21), l’esterno olandese che andrebbe a completare il reparto offensivo di Spalletti e che potrebbe arrivare a Roma con la formula del prestito oneroso, con un riscatto fissato, per la prossima stagione, a 10 milioni. Gli stessi che la Roma avrebbe offerto all’Inter per Suazo (29).

L’hondureño piace a Spalletti, come piace anche Thiago Neves (23), della Fluminense, seguitissimo anche da Palermo, Fiorentina e Milan. Chi arriva e chi paga. La Fifa, infatti, ha reso noto che il fuoriclasse della Fiorentina, Adrian Mutu (29), dovrà risarcire al Chelsea 17,17 milioni di euro. La multa è relativa alla rescissione di contratto tra il romeno e il club londinese, risalente all’ottobre 2004. Per averlo tra le sue fila il club londinese, l’anno precedente, aveva versato nelle casse del Parma 15 milioni, ma dopo un promettente avvio di campionato in Premier, fu trovato positivo all’uso di cocaina, andando così incontro all’inevitabile squalifica.

Esulta il club di Abramovich: «È un importante passo per il calcio – scrive il club in una nota – non solo per la cifra, molto significativa, ma anche per il riconoscimento degli effetti negativi di droghe o medicinali sul calcio». Per Mutu ci sarà comunque la possibilità diappellarsi al Tas. Brutte notizie da Londra arrivano anche per il Milan, I rossoneri, che fino a ieri sembravano vicinissimi al difensore serbo del Chelsea, Branislav Ivanovic (24), si sono scontrati con il no dei blues, che ritengono il giocatore incedibile. A confermarlo anche il manager del giocatore, Vlado Borozan, al sito Tuttomercatoweb: «Il Chelsea ci ha fatto sapere che Ivanovic è incedibile, vedremo ora come si evolverà la situazione».

Simone Di Stefano – Pubblicato su L’Unità del 15-08-2008

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: