• i più letti

  • archivio

  • RSS notizie

    • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.
  • fin dove arriva la nostra voce

  • temi

ROMA|Palmieri: «Un quartiere tranquillo con stranieri ben integrati»

Parla il Presidente del Municipio VI, in merito al raid che ieri pomeriggio ha sconvolto il quartiere del Pigneto.

«L’Amministrazione, con tutti i cittadini del quartiere Pigneto, farà quadrato contro qualsiasi tipo di rigurgito di violenza nel nostro territorio. Noi come istituzione non possiamo che condannare con totale e assoluta fermezza questo atto criminale». Giammarco Palmieri, Presidente del Municipio VI, non ha dubbi nello stigmatizzare il grave episodio di teppismo accaduto ieri al quartiere Pigneto, ma prima di sbilanciarsi sulla natura politico-ideologica del raid preferisce attendere l’esito delle indagini in corso: «E’ chiaro che bisogna capirne al più presto la matrice. Al Pigneto si sono già verificati problemi tra i residenti e alcuni commercianti a causa della crescente espansione culturale e commerciale, ma escluderei questo tipo di problema. Vorrei invece sottolineare il fatto che i cittadini del Pigneto le loro rimostranze le fanno valere di fronte alle istituzioni».

Riguardo alla possibilità di indire una manifestazione antifascista nel quertiere Palmieri si mostra più cauto: «Noi faremo un’opposizione democratica, ma allo stesso tempo è necessario non dare alibi a nessuno nel senso opposto». Il problema principale di questo quartiere è la crescita improvvisa di negozi e locali notturni: «Non credo – spiega Palmieri – che fatti di questo genere possano essere ricondotti agli esercizi commerciali o ai locali notturni. Ci sono state in passato alcune ‘scaramuccie’, ma legate più alla natura civica che ad altri fattori. Certo – continua il minisindaco – regolare con i gestori la somministrazione delle bevande in certi orari potrebbe risolvere molti problemi, ma francamente non credo che quello che è accaduto sia frutto di cittadini che non riescono a prendere sonno la notte». Difficile pensare che questo fatto non avrà seguito tra i residenti. Secondo Palmieri occorre «evitare che si crei un clima da ‘caccia alle streghe’ e cercare capri espiatori dei mali di Roma».

Simone Di Stefano – articolo scritto su L’Unità del 25-05-2008

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: